Crea sito

Costruire Cultura

l'AlterBlog di Andrea Bolfi

Categoria: Poesie Page 2 of 3

Adoro ogni donna

Un omaggio a tutte le donne del mondo

Un omaggio a tutte le donne del mondo

DSC_0074

Frida I

Sfumature di buio

La gioia è a portata di mano

La gioia è a portata di mano

Aleppo

AleppoDSC_0263

Come stai?

Come stai? Come stai_

Amanti in volo

Lasciami attendere il temporale

Non posso guarire né vestirmi di perdono

Regalami punizioni ninfa di Saffo

Schiuma d’onda nel culto della Luna

 

L’abitudine è una bestia ostile

mi violenta ogni sera, i tuoi occhi

divampano mentre li spio

Indossano ali di farfalla i miei sogni

 

Spalanca i ripostigli delle passioni

Esploriamo ti prego i lembi di carne

Quante poesie vuoi per scardinare il tuo cuore?

Volami addosso

 

folli e dannati

A catturare il cielo per convincere Dio

 

Non mi rassegno

Bisogna avere dentro di sé un caos

Per partorire una stella che danzi

Fredrich Nietzsche

 

 

Non mi rassegno e voglio che la mia stella danzi

non tutto posso spiegare

esistono sognatori emotivi

nelle ferite cercano luce

eccomi fiore che sopravvive alle tempeste

il mio pensiero nato dalla notte

immerso nel buio m’abbandona

lentamente sento il bisogno d’un’altra realtà

ove estinguere la sorte

solo flussi di pura follia che arde

 

Hanno il colore del latte degli sperduti pascoli

le mie notti diafane e senza senso

iniezioni d’ombra la ricercata infedeltà

bramo meteora il tuo fulcro vivo

epicentro del primitivo vagìto

maledetta passione che brucia e chiude ogni strada

del mio sogno che vano spegne il corpo

inanimato schiavo del mondo

votato al vuoto di palbebra

come pietrisco allontanato dal vento

Trascinato d’essere

Trascinato d'essere

INDIA – Complice il silenzio – di Luca Buonaguidi

12282802_10206881811857790_413454440_n

12272628_10206881811537782_2080104605_n

 

Les étranges (a cura di Andrea Bolfi)

Come le nuvole si spostano

Respiri sospesi vapori stranieri

Approdano fuggendo nei dì di pioggia

Verso miele di scoglio

Gonfie nuvole senza confini

Nei mari solo speranza che detta la fuga

Nel sole che scalda le terre dei popoli

Dove i bambini ridono nello stesso modo

Come onde s’increspano

In polveri di colore soffiato

Vesti lacere color del sangue

Dedalo di colline Babele di profughi

Dio solleva chi è affogato

Nell’infinito nostro limite

Né più mai check point Charlie

Sono cirri nembi sfilano

Viandanti senza dogane

Come le nuvole come i viventi

Les étranges

La pere Lachaise il cimitero monumentale degli artista a Parigi

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén